Kirill Buzanov about Moscow ballet life

[vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_column_text text_lead=”yes”]

Moscow ballet life keeps going on, now we know the agenda of all the theatres for the next two years and there will be no surprises. That’s why local ballet lovers go to ballets that they have already seen many times. Surely, every time is a bit different and still interesting but the first time is always the only one.

La vita di balletto a Mosca  si continua – il repertorio di tutti i teatri si sa per altri due mesi e non ci sono previsti delle sorprese. Questo perché i fan di balletto del posto visitano pure le performance che hanno gia viste tante volte. Certo, ogni volta e un po diverso, ma mai sara come la prima volta, purtroppo.

That is why we are always happy to discover something new and every opportunity to somebody performing for the first time can not be lost. Lately we had such an opportunity in Moscow – the Russian Contest of Ballet Dancers and Choreographers at Natalya Sats Theatre. This competition is a successor of the annual event that existed in the USSR and it was regenerated in Russia in the 2013. The living legend of ballet Yuri Grigorovich as the head of the jury adds extra importance to the event though it is too early to speak of it as of an outstanding occurrence. The same people  participating with  the same performances on the medium level, and the prizes given to the dancers of the theatres whose choreographers and directors were present in the jury…..But four years after the revival are too little and not enough to make judgments. I will be supporting and visiting this event. Because in some way it means working for the future!

Ecco perché siamo sempre felici di scoprire qualcosa di nuovo e cerchiamo di sfruttare ogni opportunità di vedere qualcuno in esibizione per la prima volta. Ultimamente un’occasione del genere abbiamo avuto qui a Mosca – il Concorso Russo di Artisti di Balletto e Coreografi al Teatro di Natalya Sats. Questo concorso e l’erede di un altro evento più antico che esisteva nei tempi dell’Unione Sovietico ed era rinnovato nei tempi post sovietici l’anno 2013. Yuri Grigorovich e il capo della giuria del concorso e questo sicuramente contribuisce al livello dell’evento ma ancora e troppo presto per chiamarlo eccezionale. Gli stessi personaggi facendo delle esibizioni vecchi, i premi conferiti ai ballerini dei teatri i direttori di quali erano presenti nella giuria….Comunque quattro anni che sono passati dopo la rinascita del concorso sono troppo pochi per giudicare. Io continuerò ad osservarlo, a  frequentarlo perché questo significa lavorare per il futuro!

One more premiere has happened in these days in Moscow – a short half hour performance The Moon Opposite of Moscow Ballet. The ballet might not be that bad but as for me it was performed in such a way that there was no chance to understand it well. I wrote about it and I think that some of Moscow Ballet members will not greet me any more….

Un’altra prima di questi giorni e ‘’La Luna di fronte” del Moscow Ballet – una breve performance che non era male come coreografia, però il modo in quae era presentata al pubblico non mi ha permesso di capire bene. Ho pubblicato questa mia opinione e adesso alcuni membri di questa compagnia non mi saluteranno piu….

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_single_image media=”50187″ media_width_percent=”100″][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_single_image media=”50188″ media_width_percent=”100″][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_single_image media=”50189″ media_width_percent=”100″][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_column_text]Text by Kirill Buzanov. All photos are made at the Choreographers’ and Dancers Competition 2016, courtesy of Valery Logachev, Moscow. Anna Pavlova Network, all rights reserved.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

CONTEXT Diana Vishneva. “B/olero”

[vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_column_text text_lead=”yes”]

Anna Pavlova Network was honoured to be among several lucky witnesses of Diana Vishneva and Aurélie Dupont rehearsing for their premiere at the opening of the CONTEXT Festival in Moscow which took place on the 14th of November at Stanislavsky and Nemirovich-Danchenko Musical Theatre.

It was an inspiring experience to watch these two dancers working together just a couple of hours before the performance. Diana and Aurélie performed Ohad Naharin’s “B/olero“. This prominent  choreographer  whose work stands in the front row of contemporary dance was there to guide and support two etoiles.

What strikes the most is how Diana and Aurélie understood their choreographer actually without words. They obviously shared a feeling of inner partnership that doesn’t have to be announced and exists when professionals and talents of the highest level work together.

A special atmosphere of art being created right there right now… it was evident to all of us present in the rehearsal room and, I am sure, to all who attended the opening ceremony of the CONTEXT Festival that night.

All the photos are brought to us courtesy of the official photographer of the Festival and Anna Pavlova Network collaborator Darian Volkova.

Text by Julia Kashina, Anna Pavlova Network. All rights reserved.

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_single_image media=”50095″ media_width_percent=”100″][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_single_image media=”50094″ media_width_percent=”100″][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_single_image media=”50086″ media_width_percent=”100″][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_single_image media=”50084″ media_width_percent=”100″][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_single_image media=”50102″ media_width_percent=”100″][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_single_image media=”50106″ media_width_percent=”100″][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_single_image media=”50091″ media_width_percent=”100″][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_single_image media=”50089″ media_width_percent=”100″][/vc_column][/vc_row]

Kirill Buzanov. More to know about Moscow ballet life

[vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_column_text text_lead=”yes”]

There were no significant ballet events in Moscow this week, I attended only two performances that I had already seen many times before. I wanted to see a couple of dancers who performed some parts for the first time….but their names shouldn’t mean a whole lot to our readers, as well as my valuation of these performances.

Durante questa settimana non abbiamo avuto nessun evento di balletto più o meno importante qua a Mosca. Io personalmente sono stato solo a due performance che vedevo tante volte prima. Questa volta ero interessato a vedere alcuni ballerini giovani come esibiscono con ruoli nuovi per loro. Pero i nomi di loro non significano nulla per nostri lettori uguale come la mia opinione al riguardo.

Though watching young dancers’ professional growth is one of the favorite entertainments of Moscow ballet public. The discussion of young talents starts while they are still Academy students. Ballet lovers choose their favorites during gala performances that are held at one of the oldest ballet schools of the world. Some of them are even supported by their fans.

Comunque osservare la crescita professionale di ballerini giovani e uno dei divertimenti preferiti del pubblico di Mosca. La discussione dei talenti giovani inizia già dall’Accademia. Gli amanti di balletto scelgono ognuno un suo favorito durante le performance gala tenute regolarmente ad una delle scuole di danza più antiche del mondo. Tanti di loro poi ricevono sostegno da questi personaggi pubblici.

This is an important part of a young dancer’s success who joins corps de ballet of the company. It happens that some ballet genius makes it right  to soloists, but it happens very rarely. Usually  you are one of many dancers in desperate search of fame. Physical parameters are more or less the same in such case, someone has better jumps, someone rotates better. Chances to start getting main parts are better for those who have powerful supporters.

Questo è un ingrediente importante della ricetta del successo per un ballerino giovane. Un novellino entra l compagnia come parte del corpo di ballo. Non succede quasi mai che un ballerino giovane evita il corpo di ballo e subito si diventa un solista. Di solito sei uno di tanti chi cercano disperatamente la fama. Le condizioni fisiche sono più o meno uguali in questo caso. Qualcuno salta meglio, qualcuno sa fare giri. La tua possibilità di diventare un primo spesso dipende dall’opinione di alcuni personaggi importanti.

The ballet community is quite close and even the opinion of one important person can be crucial while choosing a young dancer for a leading part. If some young dancer’s name is “in the air” he has more chances to become “the one”. Dancers understand it very well and tend to be friends with ballet fans, providing them with invitations to performances. And everybody is content!

Il “circolo” di balletto è molto chiuso, pure opinione di una persona sola può effettuare decisioni  importantissime su quale danzatore riceve quale parte. Ballerini lo capiscono meglio di tutti e cercano di fare amicizie con i  fan, consegnando a loro gli inviti per spettacoli di balletto. Così tutti rimangono contenti!

Due to this pause between ballet events I told you, my friends, about one of the most important “ingredients”  of Moscow ballet life. I hope that now you understand the atmosphere of our ballet capital better!

Grazie a questo momento tranquillo senza eventi importanti sono riusciti ad aprire un altro late della vita di balletto a Mosca. Spero che l’atmosfera della capitale adesso sia ancora un po più  chiara a voi, i miei cari lettori!

Kirill Buzanov exclusively for Anna Pavlova Network 2016. All rights reserved

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_single_image media=”50025″ media_width_percent=”100″ title=”Cornell Capa – Russia. Moscow. 1958. Bolshoi Ballet School.”][/vc_column][/vc_row]

Kirill Buzanov about Kremlin Gala 2016

[vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_column_text text_lead=”yes”]

One of the most important events that is held already the seventh ballet season is Kremlin Gala. As it is clear by the name it is located right in the historic center of Moscow, close to the Putin’s office, in Kremlin. There is the State Kremlin Palace on the territory of Kremlin which was built in 1961 as a place of gatherings of the soviet communist party. Now Kremlin Ballet is based there, it is the biggest stage in the world where ballet is performed. It is just an interesting fact that doesn’t have anything to do with Kremlin Gala.

Uno degli eventi più importanti dell’anno è la sesta edizione di Kremlin Gala. Come si può capire dal nome si svolge al Cremlino, al centro storico di Mosca vicino all’ufficio di Putin. C’è il Palazzo Statale del Cremlino costruito nell’anno 1961 come il posto speciale per incontri della partita comunista sovietica. Adesso il Balletto del Cremlino è basato a questo palazzo. È attualmente il palco più grande del mondo dove si svolgono performance di balletto. Tutto questo è solo una curiosità che comunque non ha nulla da fare con Kremlin Gala.

Kremlin Gala is held as a concert program of several pieces of absolutely different choreography styles ( both classical pointes and bare feet contemporary dance). The main difference of this concert is that many etoiles from the best theatres of the world are invited to participate. Principles of Moscow ballet companies perform at Kremlin Gala too, this year there were three dancers of the Bolshoi Theatre. But ballet fans go to Kremlin Gala to see those who don’t perform in Moscow otherwise. And this time we were rewarded: London, Stuttgart, San Francisco, Dortmund, New York, Berlin – that’s the list of the cities where the dancers came from. It was really an all-star cast!

Il concetto del Kremlin Gala e quello di un programma che consiste di alcuni pezzi di coreografia assolutamente diversi (dal classico sulle punte  al moderno a piedi nudi). La differenza maggiore del programma del Kremlin Gala da tutti altri eventi del genere è partecipazione di tantissimi etoile esteri. Anche ballerini principali dei teatri di Mosca partecipano, quest’anno c’erano  tre ballerini del Bolshoi. Ma il pubblico viene prima di tutto per vedere quelli chi di solito non si esibiscono a Mosca. Questa volta ci sono stati presenti: Londra, Stuttgart, San Francisco, Dortmund, New York, Berlin – da queste città sono arrivati i solisti. È davvero un programma “tutti star”!

One more distinctive feature of this Gala is its orientation toward premieres. There were three Russian and three worldwide premieres. All of them were more or less of the same level. It is always interesting to be the first to see something.

Un’altra particolarità del Gala è la sua tendenza di presentare  delle prime. Questa volta ci  sono state tre prime russe e tre prime del livello mondiale.  Tutti di loro sono più  o meno dello stesso livello artistico. È sempre interessante vedere qualcosa prima di tutti altri, devo ammettere.

Besides, it was very interesting to see what Sergei Filin decides to bring out this time, being the artistic director the second year. This year he could dedicate more time to Kremlin Gala. And it was evident – the overall quality of the event was much higher than one year ago!

Anche, è stato molto interessante capire cosa Sergei Filin essendo il  direttore artistico il secondo anno è riuscito a realizzare questa volta. Quest’anno lui aveva più tempo per dedicare a Kremlin Gala e questo ovviamente si vede, l’evento ha la qualità più alta dell’anno scorso.  

I have to mention that Kremlin Gala 2016 was very important for me for one more and very personal reason: BALLET MANIACS, an apparel brand that belongs to my wife and me, was among official partners of the event. All the dancers received a vest and a bag. The dancers were very content and now we have a lot of photos of etoiles in our things. Our logo can be seen among in  wonderful company of such brands as Mariott and Jaguar!

Devo dire che Kremlin Gala 2016 è stato molto importante per me anche per un motivo personale – BALLET MANIACS, un brand di abbigliamento sviluppato da mia moglie e me, era tra i partner ufficiali dell’evento. Abbiamo regalato un gile ed una borsa ad ogni partecipante del programma. I ballerini sono rimasti molto contenti e adesso abbiamo tante foto di etoile vestiti da noi. Il nostro logo si può vedere tra altri partner come Mariott e Jaguar!

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_single_image media=”49976″ media_width_percent=”100″][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_column_text]The featured image: kremlinpalace.org[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

Kirill Buzanov about Moscow ballet premieres

[vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_column_text text_lead=”yes”]

Moscow ballet life has been “boiling” not only on stage but behind the scenes, also. Right after the season’s opening the first serious rearrangements happened in the second theatre of significance, the Stanislavsky Theatre. They have changed their manager not long ago and now the artistic director Igor Zelensky left the theatre too and all of a sudden moved to the Bavarian Ballet.

La vita di balletto di Mosca sta bollendo non solo sul palco ma anche dietro le quinte. Subito dopo l’inizio dello stagione ci sono stati alcuni cambiamenti al secondo teatro di Mosca, Teatro Stanislavsky. Il direttore artistico Igor Zelensky ha lasciato il teatro  per trasferirsi a lavorare al Balletto di Bavaria.

Some strange things have been happening lately in the theatre – during the last season one third of the dancers left it and now the chiefs have joined them….So, when I was at their “Don Quixote” performance last time I saw a very young company which is unfortunately very noticeable. But there are some strong dancers too and I believe that everything will be ok with the theatre!

Alcune cose strane stanno succedendo al teatro… L’anno scorso un terzo della compagnia ha lasciato il teatro. Adesso entrambi direttori, uno dopo uno, hanno fatto la stessa cosa. All’ultima performance di “Don Quixote” ho visto  tanti ballerini giovani e non molto forti, purtroppo è stato molto visibile. Meno male, ci sono rimasti alcuni ballerini bravissimi e io credo che tutto andrà bene per questo teatro!

There are some big concerns about the company of Bolshoi after seeing their premiere of this season. I have this feeling that many dancers are not in their perfect form yet. As for the spectacle itself, I was waiting for this remake of “Golden Age”, a masterpiece by  Grigorovich. It is a Soviet ballet and it is about the 1920s, the time when the “construction” of communism began in the Soviet Union. It is quite unique and unusual, both its choreography and the plot. But I wasn’t quite happy about the new version, first of all because of the company. Now I am planning to wait until the dancers become more comfortable with this ballet and I will go to see it again!

Another important event of these days is the 7th Kremlin Gala, but we will talk about it next week!

Ho avuto dei dubbi anche dopo  la prima performance dello stagione al Bolshoi. È evidente che tanti ballerini non sono in forma ancora. Parlando dello spettacolo, “Età dell’oro” – è un “remake” del capolavoro di Grigorovich. È un balletto sovietico che racconta degli anni 1920, il periodo dell’inizio di “costruzione” del comunismo. Sia la coreografia che la trama sono abbastanza interessanti e particolari, ma io non sono molto contento di questa versione nuova, prima di tutto a causa della compagnia e la sua condizione. Penso di aspettare un po’ che i ballerini si abituano a questo balletto e lo vedrò ancora.

Un altro evento importante di questi giorni è la 7 edizione di Kremlin Gala. Ne parliamo la settimana prossima!

 [/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_single_image media=”49927″ media_width_percent=”100″][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_column_text]Kirill Buzanov for Anna Pavlova Network. All rights reserved.

Photo from the website of the Bolshoi Theatre ( “The Golden Age” ballet) , the featured image: Vladimir Orlov “Bolshoi Theatre”[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

Kirill Buzanov about the new season’s opening in Moscow

[vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_column_text text_lead=”yes”]

Finally the Moscow ballet season 2016-2017 has been opened! The Kremlin Ballet has been the first to do it, and much earlier than others.

They  performed the first spectacle on the 3d of September when all other theatres were still in vacation. The Russian variant of Romeo and Juliet – Ruslan and Ludmila  has been  presented to the public. Unfortunately, not their best ballet and there are some problems with the company’s composition, too.

The real opening of the season happened on the 24th of September – the day when the 241st season of the Bolshoi Theatre began! Bravo and hurray! The life has finally gained its meaning again! The season was opened with one of best ballet masterpieces of the world – “Don Quixote”. Last year it has been moved to the Historic stage. It was always performed on the New Stage before. It was rather small for this kind of a large-scale ballet. And now it can be seen in all its brilliance! It is a very festive ballet and I love it very much, even if the edition of Fadeyechev that is on stage now is  not the best. But it is my  definitely my personal opinion…

The Stanislavsky Theatre opened its season three days later, on the 27th of September. And it was Tuesday, not the best day for such kind of event. And the opening itself was a bit dull, the last season premiere “Anna Karenina” was offered to the public. Christian Shpuk brought this ballet from his theatre in Zurich and not everybody likes it here. As for me, I find it rather boring and it makes me yawn.

Other Moscow ballet theatres opened the season before the end of September, too. All of them remain more or less on their previous level but the fact that the dancers have just returned to their rehearsals can be noticed in every company. The ballet lovers “community” is awake and stirred up again, there are new rumors and even first brand new scandals appeared… The season is opened – I will keep you informed!

Lo stagione di balletto 2016-2017 a Mosca e stato aperto! Il Balletto del Cremlino e stato il primo a farlo, tanto prima degli altri. Hanno avuto il primo spettacolo il 3 di settembre quando tutti altri teatri erano ancora in vacanza. Hanno presentato al pubblico la versione russa di Romeo e Giulietta – Ruslan e Ludmila. Purtroppo non è il migliore balletto di loro e ci sono alcuni problemi della composizione della compagnia.

L’apertura della stagione quella vera e seria è successa il 24 di settembre – il giorno dell’inizio del  241 stagione del Teatro Bolshoi! Bravo e evviva! La vita ha trovato il suo senso ancora! Lo stagione e iniziato con uno dei migliori capolavori di balletto del mondo – “Don Quixote”. E stato trasferito al Palco Storico l’anno scorso. Prima fu sempre sul Palco Nuovo e non cera  abbastanza spazio per un balletto così grande e di ampio respiro. Ora può essere ammirato in tutto il suo splendore! E un balletto – festa, io lo adoro, anche se l’edizione di Fadeyechev non è proprio la migliore. Ma questo e ovviamente la mia opinione personale…

Il Teatro di Stanislavskij ha aperto lo stagione tre giorni dopo il Bolshoi, il 27 di settembre. Era martedì, non un giorno troppo buono per questo tipo di evento. Lo spettacolo scelto per iniziare lo stagione secondo me era abbastanza noioso – la prima dell’anno scorso “Anna Karenina”. Christian Shpuk ha portato questo spettacolo dal suo teatro a Zurich e qua non piace  proprio a tutti. Secondo me è veramente tedioso e mi fa venire  voglia di sbadigliare.

Tutti gli altri teatri di Mosca hanno aperto lo stagione prima della fine di settembre. Ognuno di loro rimane più o meno sul  suo proprio livello, comunque in ogni compagnia si sente che i ballerini sono appena tornati a ripetizioni. Il “circolo” dei fan si è svegliato ancora, ci sono nuovi voci in giro e pure qualche nuovo scandalo….Lo stagione è iniziato – io vi tengo aggiornati!

Kirill Buzanov exclusively for anna Pavlova Network.

The featured image: Performance in the Bolshoi Theatre 1859.

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_single_image media=”49849″ media_width_percent=”100″ title=”Alexei Loparevich of Bolshoi Theatre. Photo by PIT BUEHLER”][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/1″][/vc_column][/vc_row]

Kirill Buzanov about Moscow festivals and contests

[vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_column_text text_lead=”yes”]

Different festivals, contests and tournée make Moscow ballet life more intense and interesting.

There are several events of this type in Moscow and they are all of different level. I would like    to tell about some of them today when we are finishing our Moscow ballet life quick overlook.

One of the most awaited events of the year is the Golden Mask premium and the theatrical  performances of its nominees. It is not just a ballet contest but a contest of all types of stage performances. It is very prestigious to enter in its shortlist but the winner is  usually very predictable, there is this theatre “mafia” in the jury.

The CONTEXT of Diana Vishneva is much more democratic and it is private, not state. It is a contemporary choreography contest and it is the most important competition of the field.

There are other contests that are not well known and are held mostly for the people connected with a certain structure or organisation. I am not a big fan of competitions in ballet and for this reason I prefer festivals, not contests. My favorite one is “Chekhov Festival“, to which many ballet stars are invited, such as Matthew Bourne and others of his level. Other festivals are not so brilliant, but some “revelations” happen among them, too.

The situation with tours is very alike. It is almost not possible that a “weak”  theatre can be invited to the Bolshoi with tournée. A small theatre can open its doors to some average or even low level company that has found money to come to Moscow. Though I must say that even the Bolshoi happens to have some strange guests on its stage too….

There is one more entertainment that is many ballet lovers prefer in Moscow. Many of them love visiting spectacles and final performances at the Academy. This school exists from the year 1773 in Russia and it is among three most important schools of the world. I love visiting it, there is a special atmosphere of both youth and very hard work. Those two ingredients of which ballet actually consists…

Meanwhile, the ballet season in Moscow has began and the next time I will tell you how our theatres started it. Finally there is something fresh to discuss for us, ballet lovers!

context-alex-pankov2

Vari festival, concorsi e tour fanno la vita di balletto di Mosca più intensa e interessante.

Ci sono parecchi  eventi di questo tipo a Mosca ma sono di livelli diversi. Mi piacerebbe raccontare di alcuni di loro oggi che stiamo per finire la nostra breve revisione iniziale.

Uno degli eventi più attesi dell’anno è La Maschera D’oro (Zolotaya Maska) e le performance dei candidati alla nomination di questo premio. È un  contest dell’arte teatrale, di tutti i tipi di performance sul palco e non solo di balletto. Entrare nella short list di questo premio è molto prestigioso, però il nome del vincitore è quasi sempre prevedibile, perché la giuria fa parte della cosiddetta “mafia teatrale”.

Vari festival, concorsi e tour fanno la vita di balletto di Mosca più intensa e interessante.

Ci sono parecchi  eventi di questo tipo a Mosca ma sono di livelli diversi. Mi piacerebbe raccontare di alcuni di loro oggi che stiamo per finire la nostra breve revisione iniziale.

Uno degli eventi più atteso dell’anno e La Maschera D’oro (Zolotaya Maska) performance dei candidati alla nomination di questo premio. È un  contest dell’arte teatrale, di tutti i tipi di performance sul palco e non solo di balletto. Entrare nella short list di questo premio e molto prestigioso, però il nome del vincitore è quasi sempre prevedibile, perché la giuria fa parte della cosiddetta “mafia teatrale”.

Il CONTEXT di Diana Vishneva e tanto più democratico, e un evento privato non connesso allo stato. È un concorso  di coreografia  contemporanea, il più  importante competizione del genere.

Ci sono altri concorsi non molto conosciuti tra il pubblico e sono svolti più o meno per qualche gruppo di organizzazioni o certe strutture. Devo dire che ai concorsi preferisco sempre degli eventi senza concorrenza quali sono festival. Il mio festival preferito è “Chekhov Festival“. Ci sono sempre tanti etoile e persone importanti di balletto invitati a questo evento, per esempio Matthew Bourne e altri personaggi del suo livello. Altri festival non sono così spettacolari, ma  ogni tanto succedono delle “rivelazioni” anche tra di loro.

La situazione con tournée è quasi uguale. È praticamente impossibile che una compagnia “debole” sarebbe invitata per esibirsi al Bolshoi. Un teatro piccolo e meno importante può anche ospitare una compagnia straniera del livello più basso solo perché ha trovato i fondi per arrivare in Russia. Devo dire che ospiti “strani” vengono ogni tanto pure al Bolshoi….

C’è un altro tipo di divertimento che tutti gli amanti di balletto di mosca adorano. Tanti di loro amano visitare spettacoli e saggi all’Accademia. Questa scuola esiste dal anno 1773 in Russia, è tra tre scuole più importanti del mondo. A me piace tantissimo visitarla, c’è questa atmosfera di giovinezza e lavoro duro quali sono due ingredienti principali dell’arte di balletto….

E intanto lo stagione a Mosca è iniziato e la prossima volta parliamo di come i nostri teatri l’hanno aperto.

diana-arthur-live-evgeniya-pirshina1

context-2015-evgeniya-pirshina2

Text by Kirill Buzanov exclusively for Anna Pavlova Network,

Photographs made during the CONTEXT of Diana Vishneva by: ©Evgeniya Pirshina,  ©Alex Pankov. All rights reserved.

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

Kirill Buzanov about Moscow ballet theatres

[vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_column_text text_lead=”yes”]

We go on with our description of Moscow ballet theatres. Let’s proceed to the “second division”, and there is a separate interesting phenomenon in this group of theatres – the State Musical Theatre for children of Natalia Sats. The theatre has its own company and a rather big and beautiful building, but all of their performances are held in the morning, mostly because their audience is very young. Despite that they have very serious spectacles in their program, such as the Swan Lake. I have not seen this performance yet, and I am not sure if I will.

All other ballet collectives unfortunately don’t have their own theatres but they deal with this situation because Moscow is full of concert halls and other stages that they can use for their performances. One of such companies is the Theatre of Classical Ballet which has been guided by the stars of the past Kasatkina and Vasiliev for more than thirty years. Their collective has a vast and very “classical” repertoire and they successfully travel with their program all over the world. They happen to perform in Moscow, too and there are always crowds of Chinese tourists present among the audience. I think they might really enjoy these performances…

There is also the “Moscow Ballet” with a classical repertoire, they even have two separate collectives – one classical and one modern. Lately they have been concentrating on modern more and more and I think it’s right. I have seen their classics and I don’t think I will go again. Though some of their modern performances are very good and I will keep an eye on them with pleasure.

The “New Ballet” (“Novy Balet”) Theatre doesn’t perform any classics at all. They have their own small stage but it is under construction and not ready yet. The company has gone through many changes lately, they have a new artistic director, new spectacles and ideas. The company has been reborn even if it wasn’t quite brilliant before now the situation has changed drastically. They have already had two interesting premieres and there is the third one on the way. I am waiting for this event very much because my wife Polina Buzanova is the stage and costume designer of this project.

There are several other companies that demonstrate  new performances from time to time but unfortunately they don’t come up with something really surprising and stunning too often.

The picture of Moscow ballet life won’t be complete without mentioning  different festivals, contests and tours of the Russian capital. We will talk about them next week!

novy-balet2

Si continua il nostro racconto dei teatri di balletto di Mosca. Andiamo avanti al “secondo divisione”. Un fenomeno interessante in questo gruppo dei teatri è il Teatro Statale Accademico per bambini di Natalia Sats. Il palcoscenico del teatro è spazioso, hanno la sua propria compagnia. Gli spettacoli si svolgono di solito la mattina perché sono dedicati al pubblico di giovanissima eta, comunque il repertorio contiene pure Il Lago dei Cigni a altri balletti seri. Non ho visto questo spettacolo e non sono sicuro che lo vedrò.

Tante altre compagnie di balletto di questo livello non hanno un palcoscenico suo proprio ma riescono a lavorare perche a Mosca ci sono tantissimi teatri e sale dei concerti che si puo usare per esibizioni. Una delle compagnie di questo tipo e “Il Teatro del Balletto Classico“. Le star del passato Kasatkina e Vasiliev sono i direttori artistici di questo collettivo ormai da oltre 30 anni. Hanno un repertoire classico molto vasto e stanno quasi sempre in tournée all’estero. A Mosca alla performance di questo teatro ci sono sempre tanti turisti cinesi tra il pubblico, sicuramente a loro questi spettacoli danno una grande impressione…

Un altro teatro con tanti spettacoli classici e il Balletto di Mosca, hanno pure due compagnie separate – uno del classico e uno del moderno. Adesso questo teatro si concentra sul moderno sempre di più e secondo me fanno bene. Ho visto delle performance classiche di loro e non penso che vorrei farlo ancora! Alcuni dei balletti modern di loro sono molto interessanti e seguirò sempre le novità di loro in questo campo.

Il Teatro “Novij Balet” (Il Balletto Nuovo) non ha nulla di classico nel suo repertoire. Ha un piccolo palcoscenico ma ancora non é pronto e sta  sotto costruzione. E un periodo di rinascimento per il teatro – nuovo direttore artistico, nuovi spettacoli e idee da realizzare. In poco tempo e diventato più dinamico e vivo. Hanno realizzato gia due prime, stanno per creare il terzo spettacolo nuovo. Aspetto questo evento con tanta impazienza, anche perché la mia moglie Polina Buzanova e il il scenografo e costumista del progetto.

Esistono altri collettivi che realizzano qualcosa di interessante ogni tanto, ma purtroppo non spesso sono performance davvero di qualita e livello.

Il “quadro” della vita di balletto di Mosca non sara completo se non raccontare dei festival, concorsi e tournée della capitale russa. Di questo parliamo tra una settimana!

Photographs courtesy of the “New Ballet”(“Novy Balet”) Theatre.

©Kirill Buzanov exclusively for Anna Pavlova Network.

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]