Ask your Russian ballet teacher. Elina Nikiforova

[vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_column_text text_lead=”yes”]

Anna Pavlova Network is happy to present ELINA NIKIFOROVA of FOUETTÉ STUDIO, Moscow – a great classical ballet teacher and our collaborator who will be our columnist and share her precious experience with our readers. Please send your questions to giulia.kascina@annapavlova.network! 

Elina Nikiforova:

“I am often asked about the first ballet class in a child’s life. I think it is quite typical in most schools but here I will talk about my own experience in the studio.

When a  group of 5-6 years old comes to class for the first time my main task is to keep their attention without scaring them away. Usually, children of this age already understand that they are here  to work and should try to do their best.

The first thing that I teach is to “greet” in the language of ballet and we make bows from the very first lesson. After that we go on with making circles round “like watermelons”, jump “like rabbits”, run “like mouses” which means that I seek to involve the children in the game. Gradually the “game element” goes  away and the students get used to work seriously. The first difficulties are usually met during exercises on the mat because these are “real things” that all real ballerinas do and they are not so much fun at all. After these floor exercises determined to  strengthen the muscles and enhance coordination we jump, run and clap with great pleasure! Every new lesson brings more movements, increases the rhythm and the quantity of repetitions….and small dancers start to grow!”

Anna Pavlova Network e felice di presentare ELINA NIKIFOROVA di FOUETTÉ STUDIO, Mosca – una bravissima maestra di danza classica e una nostra  insostituibile collaboratrice apre la sua propria rubrica su questo portale per condividere l sua preziosa esperienza professionale.

Lei risponderà a tutte le vostre domande, scrivete a giulia.kascina@annapavlova.network!

Elina Nikiforova:

Mi chiedono spesso del primo giorno di danza nella vita di un bambino….Come deve essere? Secondo me, è più o meno uguale in tutte le scuole ma qui cerco di raccontare il mio modo di lavorare in studio.

Quando un gruppo dei bambini di 5-6 anni entra nella sala per la prima volta io faccio tutto possibile per mantenere la concentrazione di loro senza spaventare i miei nuovi allievi. Di solito, a quest’età già capiscono che sono qui per studiare e non per giocare. La prima cosa che insegno è sempre fare salutazione nella lingua di balletto. Facciamo inchini precisi e corretti  subito dalla prima lezione. Dopo di che iniziamo a fare circoli rotondi “come anguria”, saltare “come conigli”, correre “come topolini” – tutto per coinvolgere i bambini nel gioco. La parte di gioco gradualmente va via e gli allievi si abituano a lavorare sul serio. Le prime difficoltà ci aspettano  durante esercizi a terra perché queste sono le cose “da ballerine vere” e non sono troppo divertenti. Dopo questi esercizi determinati a rinforzare i muscoli e migliorare coordinazione facciamo salti, corriamo e battiamo le mani con grande piacere! Ogni nuova lezione porta nuovi movimenti, aumenta ripetizioni ed il ritmo….così i piccoli ballerini crescono!

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_single_image media=”49939″ media_width_percent=”100″ title=”Elina Nikiforova and Tatiana Lebedeva with Fouetté Studio students”][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_column_text]Elina Nikiforova exclusively for Anna Pavlova Network 2016. All rights reserved.

Photos by: ©Dmitry Kashlikov[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]