LUCA DI BARTOLO. Danza/Quadri di Luci Exhibition

[vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_column_text text_lead=”yes”]

Questa mostra offre alcune fotografie che riassumono il senso della mia ‘scoperta’ umana sul tema del corpo che danza, durante gli ultimi 10 anni di ricerca.

This exhibition represents some of the results of my ten years research on the theme of a dancing human body.

Non è esaustiva ma presenta alcuni momenti ‘singolari’ di questo percorso.

Partendo da un quadro tratto da “Dialoghi sulla Deposizione” di Virgilio Sieni con la compagnia del MaggioDanza nel 2006, per arrivare ad una delle ultime esperienza a Palermo nell’agosto del 2016, assieme al Corpo di Ballo del Teatro Massimo.

It is not too detailed but it includes some of the most significant moments of my way in photography, from the “Dialogs on Deposition” of Virgiloio Sieni with MaggioDanza company in 2006 to one of my ultimate experiences in Palermo in August 2016 with the corps de ballet of Teatro Massimo.

Personalmente non trovo motivazione nella pura ricerca della perfezione nel fotografare il gesto tecnico, quanto più nella sua forza umana ed espressiva, se infatti dovessi definire il mio approccio alla danza e al palco in generale, parlerei di ‘pura umanità’.

Personally, I don’t find a lot of inspiration in pure technics but in the human power and expressiveness. Actually if I had to define my approach to dance and stage in general, I would talk about “pure humanity”.

Non sempre il punto di maggiore espressività in fotografia coincide naturalmente con l’apice di un movimento o di un’azione. Quando mi avvicino alla storia che si sviluppa di fronte a me vivo di un fluire senza soluzione di continuità fatto di parole e gesti fisici.

Not always the moments of maximum expression in photography coincide  with the most acute movements and actions in dance. When I get close to a magical story that swiveling in front of me I begin going with its flow without waiting for special or most significant moments.  

 

Si tratta di raccogliere le emozioni che scaturiscono ed inseguirle. Sento il mio sguardo simile all’aria che circonda i danzatori, plasmarsi sui loro 

movimenti, spostarsi assieme a loro, argilla pronta a modellarsi ogni attimo. L’atto fotografico diventa fisico nel momento in cui lo vivo. E un toccare attraverso lo sguardo.

We are talking about emotions that sparkle and I just follow them. I feel my stare unite with the air around the dancers, sticking to their movements, floundering together with them and always ready to catch every moment. It is like touching with the eyes.

 Il corpo è capace di esprimere una forza interiore molto potente e attraente: forza che si è persa nel vivere di ogni giorno, dove la parola prima  e ora l’immagine, hanno vinto oramai sul linguaggio più arcaico del corpo.

La fotografia come calco di un’azione fisica ed emotiva in cui la luce cristallizza, a scatto avvenuto, l’azione.

The body can express its inner force, very powerful and attractive. The force that we do not notice in everyday actions, in our everyday life where images and words always go first and dominate over movements.  Photography can catch the mix of physical action and  emotions, when a single shot crystallizes  the light and the movement.

 Lo ‘scatto’ diviene più un sentire, al punto che una fotografia nasce come realtà visibile solo dopo la sua riscoperta ad azione conclusa.

Questo indica come allora sia il ‘sentire’ e non la coscienza a priori di un movimento già noto, a portarci ai quadri di luce.

A “photo shot” become a special way of feeling, to the point where photography is born only after being rediscovered together with the motion.

This means that the “feeling” is what creates  the pictures of light and not simple noticing and registering the movements seen on stage.

(Luca Di Bartolo)

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_single_image media=”50927″ media_width_percent=”100″][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_column_text]©Luca Di Bartolo photography. Anna Pavlova Network, 2017. All rights reserved[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]