Pavel Nestratov, Novy Balet. Interview

[vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_column_text text_lead=”yes”]

Novy Balet (Balletto Nuovo)  è uno dei teatri più particolari di Mosca, uno di quelli che stanno sempre in sviluppo, sempre in movimento e in ricerca di metodi artistici nuovi come si capisce dal nome della compagnia. .

Se uno vuole vedere come sono  le tendenze del balletto contemporaneo della  capitale russa deve sicuramente visitare una performance di loro.

Il Direttore della compagnia Pavel Nestratov racconta la storia del suo collettivo artistico a Anna Pavlova Network:

“Il nostro teatro è giovane, era nato vent’anni fa come un progetto sperimentale al momento del cambiamento totale in tutti i campi della vita e dello stato russo. Era nato prima di tutto come un teatro di balletto “plastico” che continuava e sviluppava lo stile di danza di Isadora Duncan.

I principi più fondamentali di questo stile sono  movimento espressivo e libertà plastica sul palco. Non era per niente facile sopravvivere e crescere  in questo periodo di crisi per il teatro e il suo direttore artistico del tempo Aida Chernova. La necessità di cambiamenti a qualche punto si è diventata evidente a tutti.

Sono arrivato al teatro come direttore artistico nell’anno 2012. Il mio compito più importante era far entrare nuove idee senza perdere l’eredità di Aida Chernova.  Abbiamo deciso di trovare una nuova “lingua” artistica. Adesso cerchiamo di creare spettacoli soggettivi, quelli che raccontano una storia dei rapporti umani, amore ed odio, fedeltà e tradimento. Queste sono le storie importanti a tutti noi e crediamo nella possibilità di esprimerle tramite coreografia sul palcoscenico.

La Bellezza Sfuggente” era  il nostro primo successo internazionale. L’abbiamo portata questo spettacolo a Cannes ed era presentata al pubblico del Festival dell’arte Russa. Questo tournée ci ha fatto capire che dobbiamo insistere e continuare a costruire il teatro basato sulle nostre idee. Abbiamo capito che esprimere le trame eterne usando i metodi di coreografia moderna è possibile, che questo approccio è interessante sia per ballerini che per spettatori.

Presentando il nostro collettivo ai lettori di Anna Pavlova Network devo raccontare della nostra fruttuosa collaborazione con Francesco Ventriglia, coreografo italiano chi adesso lavora come direttore artistico molto lontano da noi al Royal New Zealand Ballet.

La nostra regola e sempre cercare collaborazioni nuove che possono favorire allo spirito sperimentale della compagnia. Non abbiamo un coreografo proprio del teatro ma sempre invitiamo dei collaboratori chi capiscono le nostre idee e portano sempre idee nuove a noi.

Francesco ha creato un bellissimo spettacolo per la nostra compagnia! È conosciuto per i suoi lavori al teatro La Scala in Italia, i teatri Bolshoi  e Mariinsky in Russia, siamo stati molto fortunati ad avere un coreografo di questo livello al Balletto Nuovo.

La sua coreografia “Fortuna vis Lucem” realizzata con la nostra compagnia ha avuto davvero grande successo. La nostra prima esperienza con un coreografo invitato dall’estero era veramente bella, senza conflitti e con atmosfera di creazione e fraternità artistica. I ballerini erano felici a lavorare con Francesco.

Da questa prima collaborazione internazionale è stato nato uno spettacolo molto forte, dinamico, espressivo. Fortuna vis Lucem era portata due volte all’estero – in Germania e anche abbiamo partecipato ad un’altra edizione del Festival della Cultura Russa a Cannes, l’anno 2015.

La nostra seconda performance al Festival era  accetta con gran entusiasmo. Questi momenti di approvazione del pubblico e critica internazionali sono molto importanti ad ogni compagnia ma specialmente per quelli così giovani come la nostra. Non rimanere fermi, rischiare, provare delle strade nuove sono i nostri punti di fortezza. Speriamo di collaborare con Francesco ancora, nonostante il suo posto di lavoro così lontano.

Purtroppo la nostra compagnia non ha il suo proprio palcoscenico e siamo sempre ospitati da altri teatri della capitale. Vorrei ringraziare tutti i nostri partner e dire che senza sostegno dei nostri colleghi sarebbe molto difficile lavorare.

Oltre che esibirsi con vari spettacoli New Ballet è un partecipante molto attivo di vari festival e concorsi sia in Russia che all’estero. Tra i più importanti posso menzionare Contex di Diana Vishneva. Andrei Merkuriev ha vinto il primo premio di uno delle edizioni di questo festival più prestigioso del paese con una coreografia creata in collaborazione con nostri ballerini. Anche, quest’anno abbiamo ricevuto il secondo premio al contest nazionale Arabesque che si svolge ogni anno in Perm sotto direzione artistica di una vera leggenda del balletto russo Maestro Vasiliev.

Partecipazione a tali eventi e molto importante e fa crescere i ballerini tecnicamente e moralmente.

A me piacerebbe invitare tutti al nostro prossimo spettacolo, una prima che stiamo preparando in questi giorni e che sarà messa in scena per la prima volta il 28 di Novembre 2016 – Le Relazioni Pericolosi, coreografia di Sona Ovsepyan. Si svolge al teatro New Opera, uno dei nostri partner e collaboratori piu stretti….Veramente non è per caso i nomi delle nostre compagnie entrambi contengono la parole “nuovo”, abbiamo idee molto simili di sviluppo e libertà artistica.

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_single_image media=”49986″ media_width_percent=”100″][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_single_image media=”49984″ media_width_percent=”100″][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_single_image media=”49985″ media_width_percent=”100″][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_column_text]Pavel Nestratov exclusively for Anna Pavlova Network 2016. All rights reserved[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]